Convincenti prove per Petrucciani e Moggi a Macolin nell’ultimo meeting prima dei Campionati svizzeri al coperto

L’ultimo appuntamento al coperto prima dei Campionati nazionali del 20 e 21 febbraio si è disputato sabato sulla medesima pista “Ende der Welt” a Macolin. Con una partecipazione ristretta e sempre limitata agli atleti membri dei quadri nazionali, sono stati una sessantina i partecipanti iscritti nelle diverse discipline, dove sui 400 metri c’è stata la bella doppietta di due ticinesi in forza al LC Zurigo.

Ricky Petrucciani ha vinto in 47’’45, non lontano dal suo primato e precedendo Filippo Moggi in 48’’09, a soli sei centesimi dal suo fresco personale stabilito la settimana scorsa sempre a Macolin (qui il video della gara con i due ticinesi). Al via c’era anche Mattia Schenk delle Frecce Gialle Malcantone che sui 200 metri ha chiuso in 22’’94, a circa quattro decimi dal suo personale di 22’’52.

Spostandoci nella vicina penisola, a Padova hanno nuovamente gareggiato alcuni atleti della VIGOR Ligornetto. Da segnalare il nuovo primato ticinese junior di Giulia Salvadè nei 1’500 (4’45″25, a migliorare il suo 4’45″96 ottenuto a fine gennaio, primo record ticinese U20 segnato sulla distanza). Nella medesima disciplina, Raffaele Prochowski conclude in 4’25″13. Solida prestazione per Andrè Da Cruz sui 60 metri (7″33) prima di cimentarsi sui 400, corsi in 55″29 alle spalle del compagno di club Jacopo Pintonello (54″60). Emma Lucchina si migliora nuovamente negli 800 metri in 2’12″69, mentre nella medesima distanza Alex Charrier conclude in 2’01″59.

Spazio ora come detto ai Campionati nazionali, mentre Ajla Del Ponte dovrebbe gareggiare in settimana a Toruń, in Polonia, sede degli Europei d’inizio marzo, per i quali sia lei (sui 60 m) sia Petrucciani (60 m e 400 m) hanno già ottenuto i limiti di partecipazione.

Elia Stampanoni, foto archivio