Primati personali e cantonali per Ricky Petrucciani: prima sui 100 metri, poi sui 400 corsi in 45’’90, 9° tempo svizzero di sempre. Altri personali da Basilea e Berna.

Elia Stampanoni, foto Ulf Schiller – athletix.ch

Continua la crescita sportiva di Ricky Petrucciani che, nello spazio di pochi giorni, ha stabilito due importanti primati personali e cantonali. Dapprima la scorsa settimana sui 100 metri, corsi a Ostrava (Repubblica Ceca), dove l’onsernonese dello LC Zurigo ha fermato i cronometri a 10’’33. Un tempo che migliora il già suo precedente primato di 10’’37 stabilito nel 2020 a Langenthal e che soddisfa i criteri per gli Europei U23 di Oslo (8-11 luglio 2021), oltre a collocarlo al secondo rango della graduatoria nazionale in questa ancora giovane stagione, pur non essendo i 100 la sua disciplina principale.
Nei “suoi” 400 metri, Petrucciani si è ripetuto domenica in Germania, in occasione del 56° “Internationales Leichtathletik Sportfest” di Rehlingen, vincendo la gara in 45’’90, la prima volta sotto i 46 secondi per un ticinese. Petrucciani ha così migliorato di ben 25 centesimi il primato ottenuto lo scorso settembre al Galà dei Castelli e ha ampiamente soddisfatto anche il limite richiesto per gli Europei U23. Come indicato da Swiss Athletics, “solo otto svizzeri (da sempre) hanno corso il giro di pista più velocemente del ticinese e l’ultima volta è stato nel 2005, con Pierre Lavanchy” – a riprova dell’assoluto spessore del risultato ottenuto dall’atleta dell’LCZ.

 

Esordio stagionale per Del Ponte in Diamond League

Restando in ambito internazionale, c’è stato anche il debutto stagionale di Ajla Del Ponte in occasione della prima tappa della Diamond League a Gateshead, in Inghilterra. In condizioni decisamente proibitive, con forte vento contrario e pioggia, la ticinese dell’US Ascona è riuscita ad accedere alla finale, dove ha chiuso all’ottavo rango in 11’’81 (vento -3.1 m/s, batterie corse in 11″88 con -4.4 m/s). Per lei la possibilità di fare ancora meglio e di avere anche un responso cronometrico reale già venerdì prossimo a Doha, in Qatar, dove le condizioni potranno solo essere migliori.

 

Ticinesi in evidenza nel weekend di Pentecoste

Nel lungo fine settimana di Pentecoste, oltre al meeting giovanile di Mendrisio, si è svolto pure il prestigioso meeting “Memorial Susanne Meier” di Basilea, con anche la presenza di alcuni giovani ticinesi o membri dei quadri con diritto di partecipazione. Sui 400 ostacoli, dove c’è stata la vittoria di Kariem Hussein in 49’’91, quinto rango per Mattia Tajana del GA Bellinzona in 51’’70. Sui 1’500 metri primato personale per il giovane U20 Siro Gentilini del GAB in 4’05’’87 nella gara vinta dal rientrante Julien Wanders, mentre Mattia Verzaroli ha sfiorato il proprio personale in 4’09’’55. Sempre per il GAB, personali per i giovani Matilde Vitali sui 200 in 26’’13, per Mara Moser in 57’’80 e per Siria Cariboni in 59’’37 sui 400 e per Nathan Oberti sui 100 metri in 10’’98. Oberti ha poi partecipato anche alla 4×100 con una selezione svizzera U20. In un altro meeting settimanale di Berna aperto agli over 20, personale anche per Roberto Delorenzi dell’US Capriaschese sui 5’000 metri chiusi in 14’48’’65, mentre l’italiano della Virtus Locarno Fabio Caramella ha chiuso in 15’45’’69. Gian Vetterli dell’US Ascona ha infine lanciato 51.42 metri a Lucerna, a meno di un metro dal suo nuovo primato cantonale del disco ottenuto a inizio mese.