Elia Stampanoni, foto archivio SprinTicino.ch

Dopo i primi meeting con lanci e corse veloci dai 100 ai 600 metri, martedì sera al Comunale di Bellinzona si è disputato pure il primo meeting stagionale aperto agli “over 20” con anche gare di mezzofondo, 800 e 1’500 metri. Organizzato dal locale GAB, l’evento con una partecipazione ristretta ha beneficiato di una bella serata primaverile, rovinata però soprattutto sul finale da un vento tempestoso, che non ha impedito ai partecipanti di cogliere diversi primati personali.

Il primo è quello ottenuto a inizio serata da Nicola Fumagalli del GAB sui 110 metri ostacoli U20, unica gara per i giovani, dove in 14’’29 si è migliorato di un piccolo centesimo precedendo il collega di club Nathan Oberti, secondo in 14’’35. Fumagalli è così rimasto a un solo centesimo dal record cantonale U20 della disciplina, firmato proprio da Oberti in 14″28 in occasione della scorsa appassionante sfida tra i due ostacolisti bellinzonesi.

Sui 200 metri bel testa a testa tra Matteo D’Anna dell’US Ascona e Mattia Tajana del GAB, con il locarnese ad imporsi con il personale di 22’’34 contro il 22’’43 di Tajana. Sul virtuale podio di serata anche Aaron Dzinaku dell’Atletica Mendrisiotto in 23’’19, mentre tra le donne s’è imposta una delle rare U20 presenti all’evento, la giovane U18 del GAB Matilde Vitali in 26’’69. Nella pedana del disco gara mista per pochi, dove Giada Battaini dell’US Capriaschese ha vinto tra le donne (disco da 1 Kg) con la miglior misura di 41.58 metri, seguita da Gillian Ferrari del GAB con 36.47 m. Tra gli uomini, 33.18 metri con il disco da 2 Kg per Alex Brechbühl, pure del GAB.

La serata era però tanto attesa dai mezzofondisti che sono potuti finalmente scendere in pista anche in Ticino dopo i primi meeting disputati Oltralpe, ma non accessibili a tutti. Sugli 800 metri, ben lanciati dalle lepri organizzate del GAB, vittoria in 1’56’’84 per Silvio Barandun della Virtus Locarno che ha dovuto lottare sino alla linea del traguardo per rintuzzare l’attacco di Mirko Tamò del GAB, secondo in 1’57’’31. Sotto i due minuti anche Ismail Sebghatullah della SA Lugano in 1’59’’37, mentre l’under 20 Filippo Balestra, atleta di casa, ha chiuso in 2’00’’08, non lontano dal suo personale di 1’59’’50. Tra le donne vittoria per Cecilia Conforto Galli della SAL in 2’15’’02, davanti a Siria Cariboni e Mara Moser del GAB.

La serata si è chiusa con i 1’500 metri, gara sfortunata in quanto fustigata in modo particolare dal forte vento che s’è abbattuto sul Comunale, facendo perdere energie e secondi preziosi ai 14 partecipanti. Ma forse il piacere di tornare a gareggiare avrà almeno in parte mitigato la delusione per quei secondi persi “al vento”. Condizioni che non hanno comunque impedito a Roberto Delorenzi dell’USC d’imporsi con il suo PB di 4’03’’31 dopo un finale serrato con Lukas Oehen del GAB (4’03’’45), una sorta di rivincita dei Campionati cantonali del 2020. Per entrambi la soglia dei 4 minuti è ampiamente alla portata in condizioni “normali”. Alle loro spalle in evidenza anche Tommaso Marani della SAL in 4’09’’51 e Siro Gentilini del GAB in 4’11’’70.