Leonida Stampanoni

In una splendida giornata autunnale una ventina di giovani promesse ticinesi del mezzofondo hanno partecipato alla finale nazionale del MilLe Gruyère allo stadio Wuhre di Appenzello. La simpatica partecipazione della semifinalista olimpica Lore Hofmann e del campione mondiale universitario Jonas Raess, pure lui reduce da Tokyo, ha impreziosito l’esperienza dei quasi 400 talenti svizzeri. La locarnese d’adozione Tiziana Rosamilia ha chiuso al secondo rango, mentre il trio 2006 composto da Gioele De Marco (GAB), Nicola Fattorini (ASM) e Pietro Codevilla (USC) ha vinto un diploma.

L’ultima gara del programma era la più attesa per i colori del Ticino, con al via un quartetto con molte ambizioni. Il bernese Robin Gloor difende la prima posizione fino al traguardo. Ottima gara dei ticinesi che vedono sfumare d’un soffio la partecipazione al Weltklasse Zürich 2022 garantita ai primi 4. Nella concitata volata finale il nuovo personale di Gioele De Marco vale il quinto in 2”41”68, un soffio davanti a Nicola Fattorini (2’41”71), settimo Pietro Codevilla in 2’44”35. Al 17° rango conferma per Elia Maggetti (Virtus) in 2’51”18.

La gara delle ragazze 2008 regala ai presenti un primato svizzero di categoria; Fiona Von Flue in 2’50”97 cancella la pluricampionessa europea giovanile Delia Sclabas dagli annali. Seconda in 2’54”02 Tiziana Rosamilia, che vedremo sempre più spesso nelle gare cantonali dato il passaggio all’US Ascona. Jennis Berger (USC) chiude 19^ in 3’19”02. Alla sua prima finale, il giovanissimo Raphael Pontarolo (SFGSementina) in 3’17”77 arriva a pochi centesimi dal diploma, nuovo primato personale per il figlio d’arte Maylon Pongelli (ASM, 3’29”71).

Tre ottimi primati personali nelle categorie 2007. Tra i ragazzi, dove Mael Medero 2’38”32 firma il miglior tempo di giornata, Leonhard Haller (GAB, 2’53”89) e Rahul Sain (USA, 2’53”92) si giocano sul filo di lana il quattordicesimo rango. Tra le ragazze Aurora De Marco (ASM) in 3’07”94 arriva undicesima a mezzo secondo dalla Top 10. Completa il quartetto Lea Rossi (SAB, 3’31”90). Personali per i due tredicenni dell’Unione Sportiva Ascona Ilian Pirotta (13°, 3’05”45) e Samuele Iaconi (17°, 3’07”91) – completa il terzetto Tristan Piau (FGM, 3’13”39).

Bella esperienza e momento di crescita anche per il resto dei giovanissimi partecipanti: Benedetta Bettega (Atm, 2006, 3’23”39), Mia Mozzetti (Usa, 2006, 3’34”86), Noè Volger (Usc, 2009, 3’22”09), Cora Lucchini (Sab, 2009, 3’40”61), Alyssa Ferrari (SAG, 2010, 3’49”10) e Rebecca Mariotti (Sal, 2011, 3’49”75).

I migliori finalisti delle categorie maggiori di tutti i progetti giovanili saranno invitati nella prossima estate ad un campo d’allenamento organizzato da Swiss Athletics. Il calendario giovanile della FTAL prevede ancora due impegni: sabato al Lido di Locarno ci saranno i Campionati Ticinesi giovanili, mentre la settimana successiva la Selezione Ticino U16 sarà a Milano per il Mi-Teen in Arena.

FOTO LEONIDA STAMPANONI DISPONIBILI QUI

Matteo De Biasio ottavo agli Svizzeri di Multiple

Luca Calderara

Nel weekend si sono disputati anche i Campionati Svizzeri di Gare Multiple, con i migliori specialisti del Paese a contendersi i titoli nazionali a Hochdorf. Nell’Exathlon U16 maschile (6 discipline: 100 ostacoli, Lungo, Peso, Alto, Disco, 1’000), buon ottavo rango per Matteo De Biasio (SA Massagno), con un totale di 4’074 punti; spicca il crono ottenuto nei 100 ostacoli (13″86, secondo tempo di giornata), completato da 5.88 nel Lungo, 11.80 nel Peso, 1.77 in Alto, 27.31 nel Disco e 3’09″48 nei 1’000 metri finali. Nella medesima categoria, ma al femminile, Marianna Bettega (Atletica Mendrisiotto) si classifica 34^ sul lotto di ben 104 partecipanti: l’atleta momò conclude il suo Pentathlon con 2’714 punti frutto di 11″23 negli 80, 4.42 in Lungo, 6.97 nel Peso, 1.40 in Alto e 3’32″78 nei 1’000 metri.

Nel Decathlon, risultati inficiati da due discipline con punteggio nullo sia per Martino Kick (SA Massagno, Attivi) che per Isaia Martinoni (VIRTUS Locarno, U20). Kick conclude con 5’831 punti, aggiudicandosi l’Alto con 1.94 metri prima di essere squalificato nei 400 metri. A completare il suo punteggio 11″74 nei 100, 6.50 nel Lungo, 11.38 nel Peso, 15″67 nei 110 ostacoli, 35.21 nel Disco, 4.20 nell’Asta, 41.54 nel Giavellotto e 4’46″81 nei 1’500 metri conclusivi. Martinoni ottiene invece 4’512 punti con 12″23 sui 100, 6.00 nel Lungo, 8.90 nel Peso, 1.65 in Alto, 55″45 nei 400, 18″39 nei 110 ostacoli, 3.60 nell’Asta, 29.81 nel Giavellotto e 5’06″88 nei 1’500 – nessuna misura valida nel Disco.