Due intensi giorni d’atletica al Comunale: sabato i master, domenica il BancaStato Grand Prix FTAL con i titoli cantonali sui 3’000 e 5’000 metri a Ilaria Arini e Lukas Oehen

Elia Stampanoni, foto SAB

Una pioggia per lo più lieve, ha solo disturbato il secondo BancaStato Grand Prix FTAL della stagione, disputato a Bellinzona. Nelle discipline dei 3’000 metri femminili e 5’000 metri maschili, si sono nel contempo assegnati gli ultimi titoli cantonali assoluti in pista del 2021.

Sui 3’000 è stata la U18 Giulia Salvadè della VIGOR Ligornetto a condurre a lungo la gara e solo nell’ultimo giro Ilaria Arini della SA Bellinzona ha allungato per vincere in 10’15’’21 contro il 10’19’’10 della giovane, che ha stabilito il suo personale. Sui 5’000 Lukas Oehen del GA Bellinzona e Roberto Delorenzi dell’US Capriaschese si sono alternati al comando e si sono poi giocati il titolo in una lunga volata che ha premiato il sopracenerino, il quale ha chiuso in un buon 15’20’’39 contro il 15’20’’71 del capriaschese, mentre il bronzo è andato a Elia Stampanoni, pure USC.

Sugli 800 metri, l’italiano Pernicini ha fatto il vuoto vincendo in 1’51’’08 (miglior prestazione di giornata) e trascinando al personale sia Oreste Garbani (VIRTUS Locarno) terzo in 1’56’’91, sia Michele Lardi della SA Massagno quarto in 1’59’’92, mentre secondo s’è inserito Pietro Calamai (TVL Bern). Vittoria italiana anche tra le donne, con Samira Manai, prima in 2’13’’34, seguita da Mara Moser del GAB in 2’14’’41. Terzo tempo per la U18 Sara Salvadè della Vigor che ha demolito il suo personale abbassandolo di oltre tre secondi fino a 2’14’’55.

Nel disco vittoria con personale per Giada Borin dell’ASSPO Riva San Vitale con 42.82 metri e, tra gli uomini, per Alex Brechbühl del GAB (34.23 m). Nel giavellotto Joanne Hartmeier (Virtus) s’è confermata la migliore ottenendo 38.75 metri, mentre tra gli uomini seconda misura di giornata per Michel Rossi della SAB con 44,69 metri. Nel lungo Nicola Fumagalli del GAB ha vinto con 6.72 metri, precedendo Gioele Bähler (Atletica Mendrisiotto, 6.37 m) e Riccardo Mazzini (SFG Chiasso, 6.05 m). Tra le donne Irene Rivera dell’Atletica Mendrisiotto è atterrata a 5.19 metri, assicurandosi la vittoria davanti a Laura Imberti Torino (4.91 m).

Sui 200 metri s’è imposto in 21’’97 attia Casarico della Pro Patria Milano, precedendo di soli 4 centesimi Nathan Oberti del GAB. Terzo Matteo Romano dell’Atletica Mendrisiotto. Successo milanese anche al femminile con Troiani in 24’’48, davanti a Desirée Regazzoni (Frecce Gialle Malcantone) in 25’’26 e a Katia Castelli della SFG Biasca in 26’’52. Nell’asta US Ascona in evidenza con Leo Pedrioli primo con 4.10 metri e Sofia Della Santa prima con 2.40 metri.

La classifica delle migliori prestazioni di giornata, in base alle tabelle di Swiss Athletics è stata molto serrata. Tra gli uomini ha vinto Pernicini con 1052 punti, davanti a Casarico (1013) e a Nathan Oberti (1010). Tra le donne prima Troiani (947) davanti a Regazzoni (878) e Manai Samira (876).

Tante medaglie master per i ticinesi

Sabato s’è invece disputato il 21° Meeting Internazionale Master Città di Bellinzona, valido anche come Campionato svizzero delle categorie master (dai 30 anni in su). Titoli che, ricordiamo, sono attribuiti ai vincitori di nazionalità svizzera o domiciliati in Svizzera e in possesso di una licenza Swiss Athletics e unicamente se vengono raggiunti dei limiti (cronometrici o di misura). La giornata organizzata dalla SAB ha goduto di un ottimo riscontro internazionale, con molti partecipanti soprattutto d’Oltralpe o dall’Italia, tra i quali un gruppo di ticinesi ha saputo difendersi ottenendo titoli e medaglie, oltre a soddisfazioni personali.

Laura Torino della SFG Chiasso ha vinto il titolo nazionale W40 sia nel triplo (10.66 m) sia nei 100 metri (13’’83), mentre Martina Marioni-Mariotti dell’ASSPO s’è assicurata l’oro nei 100 (14’’13) e nell’alto (1.46 m) tra le W35. Doppio titolo anche per Aaron Dzinaku dell’Atletica Mendrisiotto nei 100 (11’’62) e 200 metri (23’’31) tra i giovani M30, mentre nel mezzofondo oro M40 per Elia Stampanoni dell’USC sui 1’500 (4’29’’11) e oro M55 per Andrea Laffranchini del SAB sugli 800 metri (2’21’’27). Sui 5’000 Ivan Boggini (RCB) ha vinto tra gli M40 con 16’23’’24. Nei lanci altri ori sono arrivati con Jan Colombini (GAB), primo nel peso M30 (12.55 m) davanti a Dzinaku, mentre Mauro Stucchi (SAB) è stato argento nel disco M45 con 34.95 metri. Medaglie anche per Toto Notari (FGM), 2° M40 sui 5’000 m, e per Alessandro Fugazzi (Federale Chiasso), 2° sui 200 e 3° sui 100 tra gli M55. Domenica a Malleray, in occasione della corsa alla Tour de Moron, sono invece stati assegnati i titoli nazionali di corsa in montagna. Tra le donne ottavo rango assoluto e primo rango F35 per Paola Stampanoni del GAB.