Irene Pusterla atterra a 6.18 m

 

Erano una settantina gli atleti impegnati nel meeting salti e lanci organizzato dalla Virtus sulle pedane del Lido di Locarno, ultimo appuntamento del primo scorcio di questa particolare ma brillante stagione atletica. Nella serata degli “Inspirational Games” voluti da Weltklasse Zurich, con la nostra Ajla Del Ponte protagonista nella staffetta 3×100 m, i presenti al Lido hanno potuto assistere ai salti di Irene Pusterla e al nuovo primato ticinese U20 nel lancio del giavellotto firmato dalla giovanissima atleta di casa Joanne Hartmeier, che ha migliorato il primato di 37.36 m ottenuto ai Campionati Svizzeri giovanili di Berna da Nadine Monterosso dell’Atletica Tenero 90 nel 2010. Hartmeier con 37.60 m ha chiuso in bellezza una serie con altri tre lanci oltre i 36 metri, migliorando di quasi un metro il personale che le aveva regalato lo scorso anno il titolo cantonale. Alle sue spalle Gillian Ferrari (GAB) con 31.46 e Lisa Patocchi (Virtus) con 31.16 m.

Bella anche la gara U16 con l’attrezzo da 400 grammi, con la vittoria dell’italiana Annalisa Pastore (46.64 m) davanti a Morena Hutter (USC) con 37.92 m al primo lancio. Ottime cose anche nella pedana del lungo: la primatista svizzera Irene Pusterla (Vigor) ha vinto con 6.18 m al primo balzo seguito da altri salti attorno ai 6 metri. Nella gara maschile l’italiano Alessio Comel ha sfiorato i 7 metri con 6.97. Convincente il rientro di Giovanni Pirolli (USA), atterrato a 6.34 m, terzo rango per Nathan Soldati con 6.26 m. Comel ha poi dominato il giavellotto da 800 g con 48.74 m.

Nel lancio del martello bella sfida tra i virtussini: l’esperto Emanuele Rizzi con 39.81 m si salva per poco nei confronti di Giona Erdmann, che all’ultimo lancio si spinge fino a 39.68 m, nono lancio svizzero di sempre con l’attrezzo da 7.26 kg per un atleta U18. Simone Vigani (Virtus) con 39.87 m  sfiora i 40 metri con l’attrezzo da 5 kg, nella gara vinta dall’italiano Luca Giani con 42.26m. Nel peso femminile vittoria per Gillian Ferrari con il nuovo personale di 11.40 m, mentre Giada Battaini (USC) si ferma a 11.30 m. Tra i ragazzi con l’attrezzo da 5 kg ottimo 14.07 m per Nicolas Cerutti. Nell’asta 4.20 m per il vicecampione svizzero Leo Pedrioli (Virtus) che arriva a soli 10 cm dal suo personale.

Il prossimo appuntamento sarà il 29 luglio sulla rinnovata pista del Vallone Biasca, con un meeting abbinato ai Campionati Ticinesi di 3000 e 5000 metri.

Leonida Stampanoni