Il giovane dell’ASSPO difende il titolo vinto lo scorso anno. Negli 80 metri in finale Matilda Rosa, Joao Sepulveda Moreira e Ivana Pirolli, primo degli esclusi Giona Pasteris.

Il suggestivo panorama di Interlaken, purtroppo parzialmente oscurato da una fastidiosa pioggia, sulla pratica pista portatile fornita da Conica a Swiss Athletics e con 390 giovani ed ambizioni sprinter sono stati la ricetta ideale per la finale nazionale di Swiss Athletics Sprint, il progetto giovanile che vanta più tradizione nell‘atletica svizzera: nacque infatti nella metà degli anni ‘50.

Ottimo il comportamento degli atleti FTAL. In particolare risalto Giona Losa (ASSPO) che replica la vittoria dello scorso anno portando a sette le vittorie ticinesi nell’ultimo lustro. In evidenza gli U16 negli 80 metri con tre finalisti su quattro partecipanti con Matilda Rosa (USC), Ivana Pirolli (USA) e Joao Moreira Sepulveda (ASSPO). Tutti i dodici ticinesi presenti hanno approfittato appieno della magia della finale, lottando con grande passione e sognando di crescere e imitare le gesta di Ajla Del Ponte e Ricky Petrucciani .

I 60 metri hanno quindi regalato ancora un successo al Ticino. Nella categoria 2007 il campione uscente Giona Losa (ASSPO), con un costante crescendo, ha dominato la finale vincendo con il nuovo personale di 7”55 dopo aver corso nei turni in 7”77 e 7”67. Bene al suo fianco Martin Malinverno (SAB), qualificatosi per le semifinali in 8”15.

Ottime prestazioni anche sugli 80 metri, ma è mancato l’acuto. Matilda Rosa (USC) è quarta in 10”23, mentre Ivana Pirolli nella finale 2006 si è classificata sesta. Grazie alla Wildcard erano due i ragazzi al via tra i nati nel 2005: Joao Sepulveda Moreira e il campione svizzero dei 100 ostacoli Giona Pasteris, escluso proprio dal suo rivale cantonale dalla finale, dopo aver corso un ottimo 9”36 al primo turno. Sepulveda Moreira in finale è sesto in 9”48.

Sui 60 m due ragazzi si guadagnano la semifinale: Mattia Genini (SAM) tredicesimo in 8”92 ed Ilian Pirotta (USA) dodicesimo in 8”54, mentre la gemella Aicha si è fermata al primo turno come pure Emma Rosa (SAM), Gaia Rudelli (ASM) e Novak Stosic (SAM).

La stagione prosegue a ritmo incalzante: mercoledì ci sarà il meeting Capriaschese,  sabato la finale nazionale MilLe Gruyere e domenica i campionati ticinesi giovanili.

Leonida Stampanoni, in foto i quattro finalisti