La delegazione rossoblù si piazza alle spalle di Bayern e Lombardia – Vittorie per Del Ponte, Battaini, Tajana, Oberti e per la 4×400 maschile

Luca Calderara, foto Dani Fiori

Condizioni meteo agli antipodi (sabato caldo e soleggiato, domenica fredda e piovosa) hanno caratterizzato la due giorni del Meeting Arge Alp 2021, competizione internazionale per selezioni regionali dell’arco alpino che si è tenuta a Locarno il 18 e 19 settembre. La classifica finale complessiva, data dai punteggi ottenuti da atlete e atleti impegnati nelle diverse discipline, ha visto il Bayern trionfare sulla Lombardia. Dopo aver concluso la prima giornata al 5º posto provvisorio, domenica il Ticino riesce a recuperare terreno e agguantare il terzo posto, aggiudicandosi così ancora una volta un piazzamento da podio alle spalle di due regioni ben più popolose.

Nella giornata di domenica, la Selezione Ticino ha potuto contare sulla presenza dell’olimpionica Ajla Del Ponte, che ha vinto in scioltezza i 200 metri. Del Ponte che è poi stata protagonista di un momento celebrativo voluto dalla Federazione Ticinese per lei e Ricky Petrucciani, entrambi reduci da una stagione 2021 ad altissimi livelli. Le due punte di diamante dell’atletica ticinese saranno omaggiate anche in occasione della tradizionale Festa degli Atleti (19 novembre, Tenero).

La prima vittoria della delegazione ticinese era però arrivata già sabato, grazie a Mattia Tajana, che si è aggiudicato nettamente i 400 ostacoli con il tempo di 52”00 – quasi 2 secondi più veloce del secondo classificato. A emularlo sono stati domenica, oltre alla Del Ponte, Giada Battaini (Peso, 12.48 m) e Nathan Oberti (110 ostacoli, 14”95 – personale con le barriere degli Attivi). Successo nel segno della tradizione per la staffetta 4×400 maschile (Daniele Angelella – Filippo Moggi – Silvio Barandun – Mattia Tajana), che prende la testa della gara fin dal principio, per poi controllare e aggiudicarsi la vittoria in 3’22”28.

Altri piazzamenti da podio per la delegazione ticinese sono arrivati da Gian Vetterli (2º nel concorso del Disco con un miglior lancio a 51.10 m – sarà anche 6º nel Peso con 14.03 m), dagli 800 metri con Zoe Ranzoni e Pietro Calamai – entrambi terzi, rispettivamente in 2’17”80 e 1’56”07 – e dalla staffetta 4×100 maschile (Giovanni Pirolli – Nathan Codiroli – Nicola Fumagalli – Nathan Oberti), che si è aggiudicata la medaglia d’argento in 42”76 in una delle gare più pesantemente colpite dall’incessante pioggia di domenica. Da segnalare anche il risultato ottenuto nel salto in alto da Ulla Rossi, ai piedi del podio con 1.66 m, medesima misura ottenuta da tutte e tre le avversarie andate a medaglia, che hanno però commesso meno errori durante il concorso; Rossi che confermerà la sua polivalenza terminando anche il concorso del Lungo al 5º posto (5.59 m) e i 100 ostacoli al 13º (15”84).

Preziosi punti sono arrivati inoltre da Gillian Ferrari (4^ Disco, 42.06 – personale), Silvio Barandun (4º 400, 49”97), Desirée Regazzoni (5^ 100, 12”38), Joanne Hartmeier (5^ Giavellotto, 38.93), Giovanni Pirolli (5º 100 e 200, 11”17 e 22”33), Roberto Delorenzi (5º 5’000, 15’11”29), Mara Moser (6^ 400, 58”16), Sofia Della Santa (7^ Asta, 2.40), Leo Pedrioli (7º Asta, 4.00), Nathan Codiroli (9º Lungo, 6.51), Gaia Berini (10^ 3’000, 11’17”13), Gioele Turuani (11º Giavellotto, 43.91) e dalle staffette femminili, che hanno chiuso al 5º (4×400: Petra Crescini – Siria Cariboni – Marta Tagliabue – Mara Moser, 4’08”66) e 6º posto (4×100: Sofia Orlando – Matilda Rosa – Katia Castelli – Desirée Regazzoni, 49”21).

Diversi atleti impegnati nel weekend dell’Arge Alp saranno di nuovo in pista domenica 26 settembre a Bellinzona, dove si terrà la seconda e ultima tappa del BancaStato Grand Prix FTAL 2021, gara conclusiva della stagione agonistica ticinese su pista per le categorie maggiori. I giovani U16 e U18 si contenderanno invece i titoli cantonali di categoria sabato 2 ottobre a Locarno, competizione cui seguirà la trasferta della Selezione Ticino all’Arena di Milano domenica 10 ottobre.