Anche due record cantonali al Comunale di Bellinzona

Atleti, amici, rivali e accumunati da una grande passione per lo sprint: Daniele Angelella (VIRTUS Locarno) e Filippo Moggi (LC Zurigo), rispettivamente classe 1991 e 1999 sono stati due tra i protagonisti dei Campionati ticinesi assoluti e U20 tenutisi a Bellinzona nello scorso weekend nonostante le condizioni meteorologiche avverse.

Angelella, tra i migliori atleti a livello cantonale e nazionale da oltre un decennio, ha portato in campo la propria esperienza nei 100 e nei 200 metri mettendo a segno due eccellenti prestazioni, in particolare quella dei 100 metri dove, dopo 7 anni, ha firmato un nuovo record personale pari a 10’’72: “A metà agosto al meeting a La Chaux-de-Fonds avevo corso in 10’’86, un tempo che non mi soddisfava tenuto conto del forte vento a favore. Considerato il mio eccellente stato di forma attuale, avevo bisogno di riscattarmi e i Campionati Ticinesi sono stati l’occasione giusta per farlo e nonostante la forte pioggia, sono riuscito a correre il mio miglior tempo di sempre.” L’atleta della VIRTUS, impiegato a tempo pieno come medico, si dice fiducioso anche per i prossimi Campionati Svizzeri che si terranno a Basilea l’11 e il 12 settembre: “Ai Campionati nazionali correrò solo i 200 metri e anche se l’obiettivo primario rimane accedere alla finale, punterò a un buon piazzamento, possibilmente in prossimità del podio, se non addirittura tra i migliori tre.” Angelella nella giornata di domenica è risultato primo nei 200 metri con il tempo di 22’’16, crono inficiato dal forte vento in curva. Tra gli U20 vittorie per Nathan Oberti (GA Bellinzona) nei 100 m e Mattia Schenk (FG Malcantone) nei 200 m.

Dall’altra parte, Filippo Moggi, cresciuto nella SA Massagno e trasferitosi a Zurigo negli ultimi anni (dove si allena con l’altro ticinese Ricky Petrucciani) ha preso parte ai 400 metri, un banco di prova dopo lo stop forzato di alcune settimane a causa di un infortunio e soprattutto un test in vista dei prossimi Campionati Svizzeri assoluti. Di seguito alcune considerazioni del post gara: “Ho terminato con un tempo di 48’’17, ma ho controllato molto la corsa nei primi 200 metri, dopo i quali ho evidentemente cambiato ritmo. Nonostante la forte concorrenza, andrò a Basilea con l’obiettivo di conquistare una medaglia e migliorare il sesto rango dello scorso anno”. Nei 400 metri U20 è stato invece Matteo Romano (Atletica Mendrisiotto) a salire sul gradino più alto del podio.

Al femminile, la neocampionessa svizzera U20 Tessa Tedeschi (SFG Airolo) non ha avuto difficoltà ad imporsi nei 200 e nei 400 m laureandosi sia campionessa ticinese assoluta che U20 rispettivamente nei tempi di 56’’54 e 24’’72, quest’ultimo suo nuovo record personale. Nei 100 m vittoria netta, titolo assoluto e U20 per Rachele Pasteris (SA Bellinzona) che nella giornata di domenica è stata impegnata in una prova individuale a Losanna, terminata in 12’’22.

Eccellenti risultati dal settore lanci dove sono stati messi a segno due record ticinesi assoluti da parte di Gian Vetterli (US Ascona) e di Joanne Hartmeier (VIRTUS Locarno), rispettivamente nei concorsi del lancio del disco e del giavellotto. Vetterli ha ritoccato il proprio precedente record di 50,06 metri, portandolo a 50,51m, mentre Hartmeier ha sferrato un lancio di 41,63 metri, migliorando i precedenti 39,40m appartenenti alla campagna di squadra Nadine Monterosso. Non ancora sazio, Vetterli ha dominato anche il concorso del getto del peso, migliorando il proprio record personale grazie a un miglior lancio di 15,31 metri, entrambe misure che lo proiettano tra i migliori a livello nazionale. Al femminile vittoria per Gillian Ferrari (GA Bellinzona) nel disco e per Giada Battaini (US Capriaschese) nel peso, mentre Giona Erdmann (VIRTUS) si è messo al collo la medaglia d’oro assoluta e U20 nel martello, disputatosi nella mattinata di sabato sulla pedana di Locarno sotto una pioggia torrenziale.

Nel salto in alto titoli per Daniel Barta (SA Massagno) e Ulla Rossi (SA Bellinzona), la quale si è messa al collo la medaglia d’oro U20 anche nel salto triplo alle spalle dell’esperta Irene Pusterla (VIGOR Ligornetto) che, nonostante non si presentasse in questa disciplina da anni, si è imposta con un miglior tentativo di 12,50 metri, quarta misura stagionale a livello nazionale. Nel salto in lungo femminile vittoria per Nina Altoni (SFG Airolo). Nei 1500 volata al fulmicotone tra Lukas Oehen (GA Bellinzona) e Roberto Delorenzi (US Capriaschese) che ha visto il primo mettersi al collo la medaglia d’oro. Alle loro spalle Enea Ratti (GA Dongio), che ha condotto buona parte della gara e Siro Gentilini (GA Bellinzona), campione ticinese U20. Al femminile nessuna difficoltà per Zoe Ranzoni (VIRTUS Locarno) che ha condotto in solitaria l’intera corsa aggiudicandosi il titolo assoluto e U20 cosí come Mara Moser (GA Bellinzona) negli 800 metri. Sulla stessa distanza, vittoria per Silvio Barandun (VIRTUS Locarno) che ha avuto la meglio per un solo secondo su Mirko Tamò (GA Bellinzona). Tra gli U20 vittoria per Filippo Balestra (GA Bellinzona). Nel salto con l’asta primo rango per Leo Pedrioli (VIRTUS Locarno).

I ticinesi a Losanna

Allo stadio Stade Pierre-de-Coubertin di Losanna, in occasione della finale Coupe des Clubs erano presenti i tre atleti ticinesi Ricky Petrucciani (LC Zurigo), Emma Piffaretti (US Ascona) e Rachele Pasteris i quali hanno preso parte alle staffette 4x100m con le squadre della nazionale terminando rispettivamente in 40’’24, 45’’06 e 47’’36.

 

Emma Lucchina, foto © Ti-Press / A. Crinari