Al via a San Gallo una stagione al coperto breve e per pochi, con anche Tessa Tedeschi e Mattia Schenk tra i primi in pista

Annullata in blocco la stagione al coperto a livello regionale e amatoriale, l’atletica leggera non si è completamente fermata. Gli allenamenti nelle società proseguono in modo diverso e limitato, nel rispetto delle restrizioni e dei distanziamenti necessari, mentre le competizioni sono possibili solo per i membri dei quadri nazionali. Dopo le ultime decisioni del Consiglio federale, Swiss Athletics ha quindi voluto allestire un calendario ristretto di gare indoor.

La prima gara in programma si è svolta domenica all’Athletik Zentrum di San Gallo cui seguiranno, in febbraio, altri tre meeting e i Campionati Svizzeri a Macolin. Competizioni alle quali, come detto, possono partecipare unicamente gli atleti che appartengono alle squadre di una federazione nazionale e cioè, per l’atletica elvetica, gli atleti riconosciuti quali Swiss Starters, Swiss Starters Future oppure membri dei quadri delle staffette.

In un Athletik Zentrum senza pubblico hanno potuto gareggiare una sessantina di atleti, suddivisi in sei discipline al maschile e sette al femminile. Una presenza ridotta e con orari dilatati, in modo da separare al meglio gli atleti in gara nelle varie discipline e ridurre così il numero di possibili contatti. In questo contesto particolare erano al via a San Gallo anche due ticinesi, impegnati entrambi sui 60 e sui 200 metri. Tessa Tedeschi della SFG Airolo ha confermato la sua crescita e, nel primo anno tra le U23, ha stabilito il suo personale sui 200 metri correndo in 25’’24, dopo aver corso i 60 metri in 8’’10 e 8’’15. Mattia Schenk delle Frecce Gialle Malcantone, al primo anno tra gli U20, ha esordito invece con un 22’’96 sui 200 e 7’’30 sulla distanza breve.

Il prossimo appuntamento su suolo elvetico è per il 30 e 31 gennaio a Macolin, sempre riservato a pochi atleti e sempre secondo i concetti di protezione di Swiss Athletics. A livello internazionale, venerdì prossimo a Karlsruhe ci sarà invece la prima tappa europea del World Indoor Tour. In Germania è annunciata la presenza sui 60 metri della ticinese Ajla Del Ponte, la quale correrà poi probabilmente anche il 31 gennaio a Düsseldorf. Swiss Athletics e i relativi organizzatori hanno invece già deciso l’annullamento dei Campionati nazionali giovanili al coperto del 27-28 febbraio e dei Campionati svizzeri di corsa campestre, inizialmente previsti domenica 7 marzo a Regensdorf.

Elia Stampanoni, foto © Peter Mettler & Ulf Schiller – athletix.ch