Due ori per Gian Vetterli (con record ticinese nel disco), Nathan Oberti, Maëva Tahou e Petra Crescini agli Assoluti di Locarno, un oro assoluto e due U20 per Giona Erdmann

Elia Stampanoni, foto Dani Fiori

Sabato e domenica a Locarno si sono svolti i Campionati ticinesi che hanno proposto corse e concorsi appassionanti, con circa 140 atleti a contendersi titoli (assoluti e U20) e medaglie in 23 discipline, 11 al femminile e 12 al maschile.

Sono stati quattro gli atleti capaci di conquistare una doppietta a livello assoluto. Maëva Tahou (GAB) si è imposta sia sui 100 metri, in 12’’51 davanti a Matilda Rosa (USC) e Lia Patriarca (FGM), sia nel lungo, atterrando a 5.69 metri e precedendo Laura Torino-Imberti, seconda con 5.61 dopo essersi aggiudicata sabato l’oro nel triplo in 11.45 m davanti a Katia Castelli (SFGB) con 11.08 m (1° U20). L’altra doppietta femminile è quella di Petra Crescini (ASM), capace di aggiudicarsi i due titoli assoluti (e anche U20) dei 200 e dei 400 metri. Nel giro di pista ha vinto con il primato personale (PP) di 58’’55 davanti a Siria Cariboni (GAB), mentre nei 200 ha prevalso in 26’’33 (altro PP) su Matilda Rosa (26’’88) e Lia Patriarca (27’’09).

Tra gli uomini, bella doppietta nella velocità per lo specialista degli ostacoli Nathan Oberti del GAB, vincitore sia nei 100 che nei 200 metri, sia assoluto che U20. Sui 100, sabato, ha vinto in 11’’13 davanti a Joao Sepulveda Moreira (ASSPO, 11’’28) e Nathan Codiroli (SAB, 11’’33), mentre sui 200 m, domenica, ha corso in 22’’12 davanti a Matteo D’Anna (USA, 22’’73) e allo stesso Sepulveda Moreira (22’’84).

Doppietta cantonale anche per il lanciatore dell’USA Ascona Gian Vetterli che ha dominato il lancio del disco con il nuovo primato cantonale di 53.15 (migliorando il già suo 52.34 metri del 2021) e davanti al campione U20 Giona Erdmann della Virtus (42.76 metri). Anche nel getto del peso Vetterli ha vinto agevolmente, ottenendo 14.80 metri, contro i 12.60 di Jan Colombini (GAB) e gli 11.77 dello stesso Erdmann (1°U20), il quale ha poi colto un terzo alloro U20 nel martello, dove con il personale di 48.52 metri s’è assicurato anche il titolo assoluto davanti ai compagni di squadra Vigani e Brugnoli.

Sempre nel settore dei lanci, Joanne Hartmeier (Virtus) ha dominato il concorso del giavellotto vincendo titolo U20 e assoluto con 43.25 metri, una misura che migliorerebbe di 43 centimetri il suo primato ticinese, ma che non ha potuto essere convalidato. Secondo rango per Emilie Zitter (AT90, 36.22 m), mentre tra gli uomini il titolo è andato a Stefano Rossetti della SFG Biasca con 45.79 metri al primo tentativo. Nel disco femminile vittoria con il personale di 42.34 metri per Gillian Ferrari del GAB davanti alla prima U20 Giada Borin (ASSPO), mentre nel peso ha vinto Giada Battaini (USC) con 10.85 e titolo U20 per Maria Würz (FGM) con 9.18.

Nel mezzofondo femminile Vigor Ligornetto in evidenza con il terzetto U20 fresco di primato ticinese assoluto della 3×1’000 metri. Sui 1’500 metri di sabato vittoria per Giulia Salvadè in 4’36’’94 che ha preceduto Ilaria Arini della SAL e la sorella Sara Salvadè (Vigor), la quale, domenica, ha condotto a lungo gli 800, poi chiusi al secondo rango (1°U20) alle spalle della stessa Arini, prima in 2’13’’27. Terza Siria Cariboni (GAB) dopo un intenso “spalla a spalla” con Margherita Croci-Torti (Vigor).

Tra gli uomini splendida tripletta GAB sugli 800 metri con Siro Gentilini (1’56’’66, anche 1° U20) davanti a Filippo Balestra e Enea Ratti, mentre sui 1’500 metri Gentilini (1°U20) e Ratti si sono assicurati argento e bronzo alle spalle di Pietro Calamai (TVLBern) primo per pochi decimi in 4’08’’33 in una gara tattica con finale emozionante. Sui 400 metri, il primatista cantonale dei 400 (ma con ostacoli) Mattia Tajana del GAB, ha vinto in 49’’78 sul compagno di club Hagos Boo (49’’99), su Matteo D’Anna e su Giulio Fugazzi (SFGC) che s’è aggiudicato il titolo U20 in 50’’68. Nell’alto si sono imposti Daniel Barta e Emma Rosa della SAM, il primo con 1.93 metri davanti al campione U20 Remy Piffaretti (USA) con 1.90 metri, la seconda con 1.61 assicurandosi anche il titolo U20 davanti a Ulla Rossi (SAB). Nel lungo Nicola Fumagalli (GAB) ha avuto la meglio con 6.88 metri sul primo U20, Nathan Codiroli (SAB, 6.42 m), mentre nell’asta maschile c’è stato il doppio titolo (assoluto e U20) per l’ancora U18 Brenno Della Santa dell’USA, salito oltre i 3.60 metri.