Grande successo e ottimi risultati al meeting serale di Biasca, con Elena Roos e Roberto Delorenzi nuovi Campioni cantonali sui 3’000 e rispettivamente 5’000 metri

Le aspettative non sono state deluse mercoledì sera al Vallone di Biasca. Le gare proposte dalla SFG Biasca hanno beneficiato della cospicua partecipazione di un folto gruppo di atleti provenienti dalla vicina Italia che hanno così contribuito ad alzare ulteriormente il livello delle competizioni, oltre che il numero di partecipanti. Un successo dovuto anche ai positivi contatti intrattenuti attraverso un comune progetto formativo e di competizioni sviluppato grazie al sostegno della Comunità di lavoro Regio Insubrica, che ha coinvolto dallo scorso anno la federazione ticinese FTAL e le sezioni di Lombardia e Piemonte della FIDAL.

Un carattere insubrico che è emerso anche nelle prove dei 3’000 e 5’000 metri di fine serata, valide anche quale Campionato ticinese. Tra le donne c’è stata l’elegante cavalcata solitaria di Silvia Oggioni della Pro Sesto atletica (Bergamo) che ha chiuso in un ottimo 9’38’’03. Terzo rango per Elena Roos della Virtus Locarno che con una bella gara regolare ha chiuso al terzo rango con un buon 10’14’’11 aggiudicandosi così il suo secondo titolo cantonale dell’anno, dopo quello nella corsa campestre. L’argento è andato a Letizia Martinelli dell’US Capriaschese, giovane U18 che ha colto il personale in 10’26’’26 nonostante una caduta in avvio. Alle sue spalle l’ancora U16 Gaia Berini del GA Bellinzona è riuscita sul finale a guadagnarsi il bronzo in 10’46’’35, precedendo di quattro secondi circa Giorgia Merlani dell’USC.

Il 5’000 metri uomini si è svolto come previsto a ritmi elevati e la vittoria è andata a Francesco Carrera dell’Atletica Noceto (Parma) in 14’21’’28, capace negli ultimi giri di regolare il gruppetto di testa della serie veloce, ben lanciato nei primi chilometri dalle “lepri”. Per il titolo cantonale, Lukas Oehen del GAB sembrava avviato verso il successo, ma un calo negli ultimi due giri gli ha precluso la vittoria, riuscendo a salvare il bronzo. Ne ha approfittato Roberto Delorenzi dell’USC che con una bella progressione finale si è aggiudicato il titolo in 15’25’’99, staccando solo nell’ultimo chilometro il campione uscente Tommaso Marani della SA Lugano che, con un’ottima gara, ha chiuso con il personale di 15’29’’29. Quarto tempo ticinese per Enea Iten dell’USC che ha vinto la seconda serie con il personale di 16’07’’70.

Ben frequentati anche i 100 metri, dove la U20 Rachel Pasteris della SAB è stata la più veloce con il personale di 12’’02, seguita da due italiane e da Desirée Regazzoni, U18 delle Frecce Gialle Malcantone, pure lei con il nuovo personale di 12’’38. Personale anche per la quinta classificata, l’ancor più giovane Matilda Rosa dell’USC (U16) che ha ritoccato il suo tempo portandolo a 12’’64. Tra gli uomini vittoria italiana con Matteo Brivio e ottimo terzo rango per il sempre brillante Daniele Angelella della Virtus Locarno che ha chiuso in un buon 10’’92, seguito da Nathan Oberti del GAB in 11’’13 e Mattia Schenk (FGM) in 11’’26. Nella seconda serie, viziata però da un vento eccessivo di +2.7 m/s, vittoria per Giovanni Pirolli dell’US Ascona in 11’’12, seguito da Julian Rüfenacht del GAB in 11’’15.

Bella anche la gara degli 800 metri femminili, con Cecilia Galli Conforto della SAL prima in 2’19’’76 davanti alla giovane U18 Siria Cariboni del GAB in 2’20’’25 e a Ilaria Arini della SAB (2’21’’07). Gli uomini erano invece impegnati sui 1’500 metri e la vittoria è stata italiana con Isaia Guglielmetti, insidiato da vicino da Enea Ratti del GA Dongio che ha chiuso in 4’06’’15, seguito da Ismail Sebghatullah della SAL in 4’07’’11 e da Roberto Simone del GAB che con il suo “solito” finale dirompente ha chiuso in 4’09’’05, trascinando il compagno di club Mattia Verzaroli al personale di 4’09’’29. Sui 400 metri, infine, vittoria e personale per Filippo Balestra del GAB in 52’’52.

Sulle rinnovate piste e pedane erano in programma anche alcuni concorsi. Nel salto in alto vittorie ticinesi a suon di personale sia per Daniel Barta della SA Massagno tra gli uomini (1.90 metri), sia per Emma Piffaretti dell’USA tra le donne (1.60 m). Nel peso donne, peso da 4 Kg, miglior misura con 10.62 metri per la U20 Giada Battaini dell’USC che ha avuto la meglio di soli 14 centimetri su Gillian Ferrari del GAB, mentre tra le U18 (3 Kg) vittoria per Morena Hutter dell’USC con 10.37 m. Tra gli uomini, alle spalle dell’italiano Castelli che ha raggiunto i 14.51 metri con la boccia da 7.26 Kg, personale per Stefano Morandini dell’ASSPO Riva San Vitale con 11.29 metri. Tra gli U16, invece, vittoria con 10.16 metri (4 Kg) per Loïc Ruspini della locale SFG Biasca.

Elia Stampanoni