L’US Ascona domina il medagliere – Doppiette per Regazzoni, Pirolli, Cerutti, Ruspini e Rivera

Leonida Stampanoni, foto Dani Fiori

Cielo coperto e temperature miti hanno accolto al Lido di Locarno i 180 atleti al via dei Campionati Ticinesi giovanili organizzati dalla locale Virtus e dall’US Ascona, società che ha vinto nettamente il medagliere con 8 titoli e un totale di 17 medaglie davanti alla SA Massagno (5 titoli) e alla SFG Biasca (4 titoli). Seguono GA Bellinzona (3 titoli) e Virtus (2 titoli e 11 medaglie). A livello individuale spiccano le triplette dei campioni svizzeri Giovanni Pirolli (USA) e Matteo De Biasio (SAM). Doppiette per Desirée Regazzoni (Frecce Gialle Malcantone), Ivana Pirolli e Nicolas Cerutti (entrambi USA), come pure per Loic Ruspini (SFG Biasca) e Irene Rivera (Atletica Mendrisiotto).

Giovanni Pirolli ha dunque firmato la tripletta 100-200-Lungo. Sul mezzo giro in 22”08 è arrivato a un solo centesimo dal personale davanti a Joao Sepulveda Moreira (ASSPO Riva San Vitale, 22”80). Stesso film nei 100 metri, con Pirolli a imporsi su Sepulveda – 10”87 contro 11”08 – che firma così due primati personali. Nathan Codiroli (SA Bellinzona) è terzo in 11”13 sui 100 metri e secondo nel lungo con 6.70 m contro i 6.79 m di Pirolli. Tra le ragazze Desirée Regazzoni domina 100 e 200 in 12”31 e 25”27 davanti a Matilda Rosa (US Capriaschese) e Katia Castelli (SFG Biasca), che si era già imposta a inizio giornata sui 100 ostacoli in 15”88. Sugli 800 metri storica doppietta per la VIGOR Ligornetto: vince Sara Saldadé in 2’15”05 davanti alla gemella Giulia (2’15”65), con un risultato cronometrico di assoluto valore. Terza Gaia Berini (GAB). Tra i ragazzi Giulian Guidon (GAB) si aggiudica la gara in volata su Nicola Fattorini (AS Monteceneri).

Nei lanci femminili Joanne Hartmeier (Virtus) si prende un tris di medaglie (oro-argento-bronzo) che culmina con un ottimo 46.91 m per l’oro nel giavellotto. Nel disco risponde Giada Borin (ASSPO) che vince con 39.99 m. Claudine Albisetti (USA) vince nel peso davanti alle due rivali. Tra i ragazzi doppietta peso (13.71 m) e disco (38.55 m) per Nicolas Cerutti (USA) e doppietta asta (3.80 m) e giavellotto (38.03 m) per Loic Ruspini (SFG Biasca). I lanciatori Elia Brugnoli e Seo Dazio regalano 5 medaglie alla Virtus. Irene Rivera (ATM) vince sia nell’alto (1.53 m) che nel lungo (5.02 m) davanti alla compagna Giorgia Perego.

Matteo De Biasio è il grande protagonista tra gli U16: firma infatti un tris di titoli su 100 ostacoli, alto e giavellotto a testimonianza della polivalenza del talento in forze alla SA Massagno, che in queste categorie si toglie parecchie soddisfazioni. Sugli ostacoli domina in 13”66 firmando la seconda prestazione svizzera dell’anno, nell’alto sale a 1.70 m battendo Elia Tikulin (SAB) e Daniele Trezzini (SAM), fermatisi entrambi a 1.65 m, mentre nel giavellotto vince con 40.56 m.

Tra le ragazze doppietta 80-lungo per Ivana Pirolli (USA), che negli 80 metri in 10”22 precede Amy Küng (SFG Biasca, 10”38) e Carol Brechbühl (GAB, 10”42). Nel lungo la Pirolli atterra a 5.27 m per regolare Daria Rigatti (ASSPO, 5.19 m). Amy Küng ottima sugli 80 metri ostacoli, vinti in 12”13 su Emma Rosa (SAM, 12”78), che vincerà poi l’alto salendo a 1.55 m. Aurora De Marco (ASM) domina i 600 metri in 1’40”77, mentre tra i ragazzi il fotofinish regala la vittoria a Gioele De Marco (GAB, 1’29”30) sul vicecampione svizzero Noah Crescini (ASM). Sugli 80 metri Leonardo Ambiveri (SAL) domina in un ottimo 9”22 su Giulio Fugazzi (SFG Chiasso) che a sua volta si prende l’oro nel lungo con 6.08 m. Nel disco i titoli sono per Milo Vigani (Virtus, 30.78 m) e Ylva Bay (Vis Nova Agarone, 30.22 m). Nel peso le vittorie sono di Luca Bernaschina (SAM, 12.00 m) e Lara Pedrioli (SAB, 9.02 m). Sara Gianinazzi (GAB) vince il giavellotto con 29.95 m.