Spiccano le presenze di Ajla Del Ponte e Ricky Petrucciani, ma anche di Vetterli, Tajana, Moggi e numerosi altri talenti ticinesi con giustificate ambizioni

Elia Stampanoni, foto Ulf Schiller – athletix.ch

Venerdì e sabato il Letzigrund torna ad ospitare un grande appuntamento sportivo. A Zurigo si svolgeranno di fatto i Campionati svizzeri assoluti di atletica leggera, dove il Ticino sarà presente con una trentina di atleti distribuiti nelle varie discipline, dalla velocità al mezzofondo, dai salti ai lanci. La massima rassegna arriva a una settimana dai Campionati regionali giovanili di Schaan (dove il Ticino ha vinto ben 11 titoli) e dai Campionati Svizzeri di gare multiple, dove Martino Kick della SAM ha colto l’8° rango nella categoria maggiore con il personale di 6’493 punti, condito dai personali anche nel peso (11.57 m), 110 ostacoli (15’’57), giavellotto (46.74 m) e 1’500 metri (4’40’’94). A Zurigo il Ticino avrà spiccate ambizioni, a partire da Ajla Del Ponte e Ricky Petrucciani, i due nazionali che arrivano all’appuntamento dopo le esperienze a livello internazionale in Diamond League.

Sui 100 metri, la velocista dell’US Ascona, prima nel 2020 e seconda nel 2021, cercherà di ritrovare la forma migliore dopo la nota pausa forzata per infortunio dello scorso inverno, ma avrà una concorrenza molto agguerrita, a partire da Mujinga Kambundji in grande forma. Petrucciani cercherà invece il quarto titolo consecutivo sulla distanza dei 400 metri e anche di issarsi in vetta alla classifica delle migliori prestazioni stagionali, per ora capeggiata da Lionel Spitz. Nella stessa gara è ben posizionato anche Filippo Moggi (LCZ), con il quarto tempo tra gli iscritti e quindi con giustificate ambizioni di medaglia.

Nelle parti alte delle liste di partenza, spicca anche il nome di Gian Vetterli (USA, disco) che, dopo due bronzi nel 2020 e 2021 può ambire all’oro, forte anche della miglior prestazione stagionale di 51.96 metri ottenuta a maggio. Sui 400 ostacoli metri, tra i validi outsider c’è anche Mattia Tajana del GAB che rientra tra i cinque migliori della stagione con il 50’’62 corso a Ginevra. Nel triplo l’esperta Laura Torino-Imberti (SFG Chiasso) ha la settima misura, ma il podio potrebbe essere a portata con un balzo attorno ai 12 metri. Più difficile sembra invece esserlo per Giada Borin (ASSPO) nel disco, oppure per Giada Battaini dell’USC nel getto del peso che, bronzo nel 2021, quest’anno affronterà diverse atlete capaci di lanci oltre i 13 metri.

Ma anche senza un’eventuale medaglia, la trasferta a Zurigo potrà rivelarsi ricca di soddisfazioni per i circa 30 ticinesi al via, che potranno magari centrare dei primati o delle soddisfazioni personali in un contesto di alto livello. Hanno ottenuto il limite di partecipazione e dovrebbero essere al via anche diversi giovani o meno giovani che hanno già brillato in questo avvio di stagione, come Nathan Oberti, Desirèe Regazzoni, Matilda Rosa, Maëva Tahou, Giovanni Pirolli, Nicola Fumagalli, Leo Pedrioli, Emma Piffaretti.

Le gare si svolgeranno venerdì dalle 16 alle 22 circa e sabato dalle 12 alle 17 circa. Risultati e diretta in live streaming su https://www.swiss-athletics.ch/de/schweizer-meisterschaften/athleten/.