Roberto Delorenzi in Germania per sognare l’Europeo

Domenica sui prati della Capriasca la Coppa Ticino di cross FTAL Laube-Greenkey vivrà la seconda tappa. Tra sette giorni, si replicherà poi con il cross sprint al Parco Casvegno di Mendrisio.

L’US Capriaschese, organizzatrice del cross, nell’ultimo quarto di secolo è stata la società-faro del movimento della corsa campestre in Ticino. Nel 2000, in una delle prime edizioni degli Europei, Giorgio Pongelli fu il primo ticinese a prendere parte alla rassegna continentale. A distanza di quasi 20 anni, Roberto Delorenzi salterà la gara di casa per inseguire la qualificazione agli Europei in Portogallo. Ripetendo l’ottima prova di Regensdorf, lo studente di Sigirino potrà strappare la qualifica, diventando il quarto ticinese a partecipare alla massima rassegna continentale dopo i recenti exploit di Adriano Engelhardt ed Evelyne Dietschi, sommati al già citato Pongelli. La bellinzonese Tamara Winkler nel 2010 è stata invece l’unica ticinese ad aver preso il via nella categoria Elite.

Il caratteristico percorso vallonato, che si sviluppa nel nuovo meleto, sarà certamente appesantito dalle abbondanti piogge cadute negli ultimi 14 giorni e rappresenterà una bella sfida per i 400 atleti attesi al via, un numero di concorrenti che conferma l’onda di entusiasmo che accompagna la corsa campestre in Ticino. La giornata di gare comincerà alle 11:30 con le categorie giovanili, mentre a partire dalle 13:00 ci saranno le gare delle categorie élite maschili e femminili.

I nazionali di corsa d’orientamento Elena Roos (0’92) e Tobia Pezzati (ATM) saranno tra i favoriti nelle due gare élite, che al debutto avevano visto una doppietta del GA Bellinzona. Tra gli uomini, Lucas Oehen parte ancora con i favori del pronostico, mentre oltre a Pezzati diversi i giovani emergenti come Tommaso Marani (SAL) e i capriaschesi Marco Delorenzi ed Enea Iten. La Roos ,che a Tesserete vinse un titolo europeo, affronterà Paola Stampanoni (GAB) – vincitrice a sorpresa a Dongio –, Emma Lucchina (Vigor) e Alice FritzscheNel corto Ismail Sebghatullah (SAL), vincitore a Dongio, dovrà vedersela con Marco Maffongelli (Vigor), reduce dalla prova su strada di Bulle dove si è confrontato con il meglio del podismo svizzero e mondiale.

Tra le U20 rientrerà su suolo ticinese Zoe Ranzoni (Virtus), reduce dalla convincente prova di Regensdorf: sarà dunque molto arduo per Giorgia Merlani firmare la doppietta. Tra i ragazzi Daniele Romelli (Vigor) nella corsa alla Coppa Ticino troverà sulla sua strada il nazionale di CO Manuele Ren (USC) e Tommaso Besomi (USC). Tra gli U18, dopo la vittoria casalinga, Giona Lazzeri (GAD) dovrà gestire l’armata del GA Bellinzona in una delle gare forse più equilibrate dell’intero programma. Tra le ragazze Letizia Martinelli parte chiaramente favorita. Nelle categorie U16, Giorgia Astrelli e Tristan Knupfer (Triunion) cercano la conferma.

I padroni di casa dell’USC, che nelle categorie Master hanno firmato una tripletta a Dongio, cercheranno di ripetersi. Sul loro percorso i fratelli Jonathan (M50) ed Elia (M40) Stampanoni sembrano intrattabili, mentre l’ex ostacolista Lara Amaro Zamboni (W50) proverà a confermare l’ottima prova di Dongio. Jeannette Bragagnolo (GAB) tra le W50 e Gaetano Genovese (RCB) negli M60 completano il quadro dei favoriti.

Leonida Stampanoni