Ajla Del Ponte subito veloce a Karlsruhe, mercoledì a Locarno i Campionati Ticinesi al coperto su 60 piani e 60 ostacoli

Iniziata a gennaio al Palexpo di Locarno, la stagione atletica al coperto nella Svizzera italiana si chiuderà di nuovo all’ex FEVI con i Campionati Ticinesi assoluti 60-60 ostacoli, abbinati ai concorsi del peso. La serata, organizzata dalla locale Virtus, prevede alle 19:00 le numerose serie eliminatorie, seguite dalle finali.

Due come detto le discipline in programma valide per l’assegnazione del titolo cantonale assoluto al coperto: 60 e 60 ostacoli, mentre i concorsi del peso (femminile dalle 19 e maschile dalle 20), saranno delle gare di contorno, così come le prove sui 60 ostacoli delle categorie U20, U18 e U16.

Sui 60 metri piani i detentori del titolo sono Daniele Angelella e Emma Piffaretti, che nel 2019 s’imposero su Simon Calderari e Stefano Croci e, rispettivamente su Rachele Pasteris e Maëva Tahou. Nelle liste stagionali 2020 i più veloci sono finora stati Ricky Petrucciani (LC Zurigo) in 6’’83, Simon Calderari (SFG Chiasso) in 6’’90 e Thomas Camenzind (SFG Airolo) in 7’’08, mentre Angelella (Virtus) ha corso per ora solo i 200 e 400 metri con ottimi tempi. Assente Petrucciani, impegnato in un campo d’allenamento in Sudafrica e che rientrerà per i Campionati Svizzeri assoluti del 15 e 16 febbraio a San Gallo, il favorito sembra dunque essere Calderari, accanto ai nomi elencati e ad altri velocisti capaci di un ottimo avvio di stagione.

Al femminile Ajla Del Ponte (US Ascona) ha fatto un buon esordio stagionale domenica scorsa a Karlsruhe, correndo subito in 7’’30 le serie e 7’’27 la finale. In Germania si è piazzata al secondo rango alle spalle della statunitense Collins, a un decimo dal suo personale di 7’’17 stabilito nel 2019. Difficilmente sarà al via a Locarno e per il podio dei Campionati cantonali dovrebbero giocarsela le ragazze della SA Bellinzona Pasteris e Tahou, che in questo avvio di 2020 hanno già corso in 7’’60 e 7’’85, mentre la Piffaretti (USA) non ha ancora gareggiato, ma se sarà al via rientrerebbe tra le favorite sia sui 60 metri piani sia sugli ostacoli, dove i migliori specialisti sembrano attualmente essere gli U20 Nicola Fumagalli del GA Bellinzona, fresco neoprimatista cantonale U20, tallonato da Christian Reboldi della SAB e dal duo dell’US Ascona formato dal polivalente Ettore Poroli, recente argento nell’Eptathlon U20 ai nazionali di Macolin, e Nathan Soldati. Sugli ostacoli “alti” (106 cm) spicca Luca Bernaschina dell’ASSPO, che nell’ambito dei citati Campionati Svizzeri di gare multiple ha corso in 8’’75.

Elia Stampanoni