Cinque neo-primatisti cantonali guidano l’attacco ticinese alle medaglie nazionali

Il prossimo fine settimana saranno 800 i giovani talenti tra i 14 e i 19 anni ad animare i Campionati Svizzeri indoor giovanili di atletica leggera. Sul rinnovato anello e sulle pedane di Macolin, 44 atleti ticinesi saranno al via per rimpinguare il bottino di tre titoli assoluti conquistati dagli atleti rossoblù lo scorso fine settimana agli Assoluti di San Gallo. Durante la due giorni organizzata da Biberist Aktiv!, saranno ben 53 i titoli in palio nelle 6 categorie in gara. Accanto ai migliori talenti dell’emergente realtà svizzera, le 14 società ticinesi vorranno migliorare il bottino di 10 medaglie raccolto lo scorso anno. Presenti in forza SA Massagno (7), VIRTUS Locarno e SA Bellinzona (6). La stagione indoor del 50° anniversario FTAL ha già regalato una pioggia di primati cantonali junior e tutti i cinque giovani protagonisti saranno a Macolin a guidare l’assalto alle medaglie: Ettore Poroli (USA), Nicola Fumagalli (GAB), Giada Battaini (USC), Tessa Tedeschi (SFG Airolo) e Simon Calderari (SFG Chiasso), assieme ai nazionali Emma Piffaretti (USA) e Christian Reboldi (SAB), sono candidati al podio.

Nella categoria U20, una delle gare più attese saranno i 60 metri ostacoli dove ci saranno sia Nicola Fumagalli (GAB), sia Christian Reboldi (SAB). I due si ritroveranno anche nella pedana del salto in lungo. Tre atleti al via nell’alto: Ettore Poroli (USA), Nathan Soldati (USA) e Daniel Barta (SAM). Simon Calderari (SFG Chiasso) è tra i favoriti sui 60 metri, dove troverà oltre a Reboldi anche Thomas Camenzind (SFG Airolo). Nella speranza di vedere Emma Piffaretti (USA) iscritta nei 60, 200, 60 ostacoli e nel lungo, le ticinesi U20 hanno anche altre atlete in grado di primeggiare. Spicca certamente la neoprimatista sui 400 metri Tessa Tedeschi (SFG Airolo), accompagnata dalla compagna di club Nina Altoni. Nel peso Giada Battaini (USC) è la seconda migliore della stagione, mentre Zoe Ranzoni (Virtus) sarà al via sui 1000 metri come Daniele Romelli (Vigor) tra i ragazzi.

Tra gli U18 spiccano alcuni dei medagliati ai Campionati Svizzeri dello scorso settembre a Düdingen, come gli specialisti della Virtus Giona Erdmann ed Elias Hadu nel peso e l’astista Leo Pedrioli. Pure il trio SAB composto da Maëva Tahou (60 ostacoli), Bernadette Gervasoni (triplo e lungo) e Ulla Rossi (60 ostacoli e lungo) mira alle medaglie. Nella velocità spiccano Mattia Schenk (FGM) al via su 60 e 200 metri e Nathan Oberti (GAB), che si presenterà sui 60 metri piani e a ostacoli. Nel mezzofondo ci saranno invece le sorelle Sara e Giulia Salvadé (Vigor).

Nella categoria U16 attenzione soprattutto ai 60 metri, dove tra i ragazzi spicca un trio che può puntare alla finale: Giona Pasteris (SAB), Joao Moreira Sepulveda (ASSPO) e Leonardo Ambiveri (SAL). Tra le ragazze sarà Desirée Regazzoni (FGM) a guidare le ragazze, con anche Matilda Rosa (USC) e Sara Broggini (SAM) pronte a cogliere l’occasione buona.

Ieri sera le due ticinesi campionesse svizzere indoor hanno chiuso la loro stagione al coperto: a Liévin (Francia) Ajla Del Ponte (USA), correndo in 7”26, ha colto il quarto podio consecutivo nel World Indoor Tour, mentre Irene Pusterla (Vigor) a Sabadell (Spagna) ha chiuso seconda con 6.28 m nel lungo.

Leonida Stampanoni, foto Peter Mettler & Ulf Schiller – Athletix.ch